La Colonna dell'Immacolata

La Colonna dell’Immacolata Concezione è situata proprio accanto a Piazza di Spagna, nella adiacente Piazza Mignanelli, di fronte all’Ambasciata Spagnola di Roma e accanto al Palazzo di Propaganda Fide.
Fu realizzata su progetto dell’architetto Luigi Poletti ed inaugurata nel 1857, l’8 di dicembre, grazie al lavoro di 220 Vigili del Fuoco.

L’opera è dedicata al dogma dell’Immacolata Concezione, proclamato nel 1854 da Papa Pio IX, secondo il quale la Madonna è l’unico essere umano nato privo del peccato originale.

L’origine della colonna è romana, fu infatti rinvenuta nel 1778 negli scavi di Campo Marzio.

La struttura è composta dal basamento in marmo, sul quale è adagiata la colonna in marmo cipollino, alta circa 12 metri, che sostiene la statua in bronzo della Madonna, opera di Giuseppe Obici. Sempre sul basamento trovano spazio altre 4 statue di bronzo, che raffigurano Mosè, David, Ezechiele e Isaia. La statua di Mosè è opera di Ignazio Jacometti, quella di David di Adamo Tadolini, Ezechiele di Carlo Chelli e infine quella di Isaia di Salvatore Revelli.

Ogni anno l’8 dicembre si celebrano i festeggiamenti dell’Immacolata Concezione, e una squadra di Vigili del Fuoco si adopera con una gru per omaggiarla di una ghirlanda di fiori, alla presenza del Pontefice che benedice la statua e tutti i presenti.

La Fontana della Barcaccia
La Fontana della Barcaccia è una delle più famose fontane di Roma, ed è collocata in Piazza di Spagna ai piedi della Scalinata di Trinità dei Monti. Realizzata da Pietro e Gian Lorenzo Bernini nel 1627 per conto di Papa Urbano VIII, deve il suo nome alla caratteristica forma a barcone che affonda.

Probabilmente è stata ispirata da una barca che si è arenata nella stesso luogo dove oggi troviamo la fontana, a causa dell’alluvione e del conseguente straripamento del Tevere del 1598.

E’ da notare il fatto che la Fontana si trova leggermente al di sotto del piano stradale, come se fosse semisommersa, per sopperire alla scarsa pressione dell’acqua che la deve alimentare.

L’opera presenta numerose decorazioni e stemmi (il sole, le api) della famiglia del Papa che l’ha commissionata, la famiglia dei Barberini.

La Fontana è costantemente invasa di turisti, che si fermano volentieri a farsi fotografare o anche semplicemente per dissetarsi con l’acqua potabile che sgorga dalla prua e dalla poppa della Barcaccia.

La Scalinata

No comments

La Scalinata di Piazza di Spagna

Realizzata nel 1723-25 per volere di Papa Benedetto XIII, su progetto di Francesco De Sanctis, la Scalinata di Piazza di Spagna fu inaugurata sotto Papa Innocenzo XIII ed è uno dei monumenti simbolo di Roma. Lo scopo dell’imponente scalinata di travertino era di collegare l’Ambasciata Borbonica Spagnola alla Chiesa di Trinità dei Monti, sovrastante la piazza.
Inizialmente, infatti, le due aree, malgrado i sentieri alberati, risultavano completamente scollegate a causa del forte dislivello.

La scalinata, 12 rampe e 135 scalini, è composta da tre parti e comprende anche parecchie zone di sosta. Nelle intenzioni dell’architetto infatti, la scala doveva servire non solo al passaggio delle persone ma anche come luogo di ritrovo. A tale scopo furono realizzate delle terrazze che ancora oggi sono affollate sia di turisti che di abitanti di Roma.

Il progetto originale prevedeva anche delle lunghe file di alberi ai lati, alternati a sculture ed ornamenti che però non sono mai stati realizzati.

Nel periodo di primavera-estate la scala viene addobbata con fiori e nello stesso periodo è anche sede di un’importante sfilata di moda.

La scalinata nel 2005 è stata oggetto di un profondo restauro.

Trinità Dei Monti

No comments


Trinità Dei Monti

Trinità dei Monti è una delle chiese più belle e più importanti di Roma. Si trova nel rione Campo Marzio e si affaccia sulla scalinata di Piazza di Spagna.

La costruzione della chiesa iniziò nel 1502 su progetto di Carlo Maderno, per volere del re di Francia Luigi XII e si concluse nel 1519. La consacrazione, ad opera di Papa Sisto V, risale al 1585. Lo stesso pontefice diede incarico all’architetto Domenico Fontana di costruire una strada che collegasse Trinità dei Monti con la basilica di S.Maria Maggiore, la Strada Felice. Il conseguente abbassamento del livello stradale fu ovviato dallo stesso architetto con la realizzazione, nel 1587, delle due scalinate convergenti.

La facciata con i due campanili simmetrici laterali in stile gotico (1584) è opera di Carlo Maderno e di Giacomo Della Porta e testimonia l’influenza francese di quel periodo.

L’interno è composto da una sola grande navata con cappelle laterali ed è diviso in due parti da una cancellata.

Subito innanzi alla chiesa Papa Pio VI fece collocare nel 1789 l’obelisco Sallustiano, che separa la chiesa di Trinità di Monti dalla Scalinata di Piazza di Spagna.

Piazza Di Spagna

No comments

Benvenuti su PiazzaDiSpagna.it !